Home Lo scrigno dell'arcano Archeologia eretica Ogham Sardo anche sulle strade... non romane
Ogham Sardo anche sulle strade... non romane PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Garuti   
Venerdì 26 Febbraio 2016 09:51

 

OGHAM SARDO ANCHE SULLE STRADE… NON ROMANE

 

L’Antica Civiltà Sarda ha lasciato in Sardegna molte testimonianze, tra cui anche quelle alfabetiche (Ogham Sardo) che ormai ben conosciamo. Tale alfabetica si sta rivelando utilissima per datare anche altri siti (quali le mura poligonali in Ciociaria) e per asseverare sempre più i propri contatti, ovviamente via mare (dato che finalmente la navigazione sarda sembra finalmente accettata da tutti…), con la Britannia, la Penisola Iberica ed, ovviamente, il Lazio meridionale, ossia la Ciociaria.

Benissimo!

E le strade?

Possibile che questa, anzi queste, civiltà così antiche non si fossero sapute o volute o potute dotare di strade?

Possibile che incedessero per montagne, campagne, dirupi e incerti sentieri e, pur sapendo edificare mirabilie ancora oggi maestose, scrivere, creare alfabeti, riprodurre complesse iconografie, navigare e quant’altro, che non sentissero la necessità di creare vie di transito durevoli ed efficaci? Ovviamente no, anche se, ufficialmente, le strade le hanno inventate e costruite solo i Romani, almeno fino a prova contraria. Questo per quanto attiene all’ufficialità, sia chiaro.

Già lo scorso anno, durante una mia permanenza nella splendida Sant’Antioco (Sardegna), e precisamente sul suo versante occidentale, avevo reperito un tratto di strada, formato da grossi, anzi enormi, blocchi di pietra, ingegnosamente sovrapposti l’un l’altro in maniera inamovibile. Tale tratto di strada continuava in acqua, probabilmente a causa di un innalzamento del livello del mare, e mi fu impossibile poterlo seguire oltre una certa profondità causa carenza di opportuna attrezzatura.

Mi ripropongo quest’anno di recarmi nuovamente in tale località, a dir poco splendida e che non ho potuto, ovviamente, ancora rivelare, per terminare le opportune verifiche. Da giovane ero un discreto subacqueo, speriamo di non aver perso del tutto la mano, anzi, la nuotata.

Cosa che, invece, ho potuto da subito constatare, la presenza, sui grandi blocchi, di chiarissime incisioni in alfabeto Ogham Sardo, ben visibili ancora oggi. Ne scrissi dettagliatamente in un articolo pubblicato qualche mese fa.

Questo per quanto attiene alle strade in Sardegna. E, dato che è impossibile reperire un’incisione in Ogham Sardo, datata ad almeno il 3000 avanti Cristo, su una strada Romana, od anche Fenicia o Punica, se ne deve giocoforza dedurre che l’Antica Civiltà Sarda seppe dotarsi di opportune e durature vie di comunicazione, certamente riutilizzate e modificate in epoca successiva .

 

 

 

Tale ragionamento, e tali controprove, valgono esattamente per alcuni tratti stradali, molto antichi e da sempre attribuiti ai Romani, reperiti anche in Ciociaria, precisamente nelle località di Arpino e soprattutto di Norba. Sono strade realizzate mediante l’apposizione di blocchi poligonali, ossia utilizzando il medesimo stile delle grandi mura, ma con pietre di dimensioni inferiori.

 

 

 

Anche qui, come già avevo potuto costatare a Sant’Antioco, la presenza, chiarissima, di simboli in alfabeto Ogham Sardo, (tra cui la classica M), incisi sulle pietre che delimitano la fine della sede stradale. Differenti i due stili di edificazione: in Sardegna grandi blocchi squadrati, di dimensioni notevoli, in Ciociaria minori dimensioni ma forma poligonale a ricalcare esattamente, in scala, quella delle grandi mura. Il riscontro alfabetico, data tali strade ad un periodo ben pre-Romano, ossia ad almeno il 3000 a.C.

 

 

 

Consentitemi un’ultima connotazione, di carattere eminentemente logico: era impossibile che civiltà così progredite non edificassero strade che, oltretutto, in Ciociaria collegano proprio, guarda caso, i siti in cui ancora oggi è possibile ammirare le grandi mura poligonali.

La Storia, come spesso amo affermare, non è mai illogica.

 

Fabio Garuti

 

 

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information