Home I libri dei redattori Maria Pina Ciancio
Maria Pina Ciancio PDF Stampa E-mail

 

ASSOLO PER MIA MADRE

 

 

 

Edizioni L'Arca Felice 

 

 

Un diario, in versi e in immagini, in cui Maria Pina Ciancio, scrittrice lucana già autrice di alcune raccolte poetiche e promotrice di svariate attività culturali, intesse un fitto dialogo con la madre scomparsa, con la sua immagine silenziosa e lontana. Un poemetto lucido e commosso, che si configura come una magica e trasfigurata rievocazione dei propri ricordi famigliari.

 

Prefazione di Lucio Zinna con una testimonianza di Mario Fresa 

 

 

 

 

STORIE MINIME

 

 

 

ISBN: 8895139615

Euro 10,00

FARA EDITORE

Collana: Sia cosa che

Genere: Narrativa 

Anno 2009 

 

 

Disponibile su Libreria Universitaria.it

 

http://www.libreriauniversitaria.it/storie-minime-ciancio-pina-fara/libro/9788895139616?a=415021

 

 

QUARTA DI COPERTINA: 

“Storie minime e una poesia per Rocco Scotellaro” è una raccolta poetica che si contestualizza dentro quelli che l’autrice definisce i luoghi dell’anima. Le strade, i vicoli, le piazze di paese, la storia silenziosa di un popolo che parte e di un altro che resta, osservato e ascoltato seguendo la traccia interiore dell’emigrazione, quella di ieri e di oggi, condivisa e partecipata attraverso lo spaesamento dei luoghi e dei volti; il tutto scandito da un rituale di abitudini e valori, coraggio e (r)esistenza. Una reinterpretazione in chiave personale delle dinamiche sociali e delle contraddizioni tra arcaicità e modernità, che caratterizzano un Sud presente e attuale, fatto di mutamenti e radicamenti. 

 

 

 

 

LA RAGAZZA CON LA VALIGIA

 

 

ISBN: 8878484067

Pagg. 68 - Euro 10,00

LIETO COLLE EDITORE

Collana: Erato

Genere: Poesia

Anno 2008 

 

 

Disponibile su Libreria Universitaria.it

 

http://www.libreriauniversitaria.it/ragazza-valigia-ciancio-pina-lietocolle/libro/9788878484061?a=415021

 

 

Si tratta di testi brevi, quasi privi di punteggiatura, senza orpelli e aggettivi, rugosi e duri come le mani delle contadine e delle vedove vestite di scuro, scabri come certi muri calcinati e pietrosi dei villaggi del Sud che fanno da cornice a questi versi. Scrive la poetessa nella breve nota che introduce il volume: “È la primavera del 2007 e do sistemazione ai bozzetti de ‘la ragazza con la valigia’, nella consapevolezza che queste pagine possiedono l’autorità che deriva loro dall’essere ‘radicate’ nella mia storia personale. Vissuta. Esplorata. Ascoltata. Evocata. Immaginata. Rivelata. Quella di Nina, Marta, Fabrizia, Adalgisa. Voci che giungono da spazi dimenticati o inesplorati, da ‘angeli’ ignorati. Profili che vivono una vita nascosta ai margini, dietro porte chiuse e che l’incomprensione e l’isolamento, ma anche la disperazione, hanno trasformato in maschere mute.” (Luca Benassi, da Noi donne 2009)

 

 

 

 

IL GATTO E LA FALENA

 

 

 

La silloge “Il gatto e la falena” vince la “III Edizione del Premio Letterario Parola di donna 2003”. Presidente della giuria è Lorenza Colicigno. I componenti della giuria sono Lorenza Colicigno, Claudio Elliott, Enzo Mori, Raffaele Nigro, Beatrice Nolè.

Il Premio si è svolto sotto il Patrocinio del Comune di Potenza, della Provincia di Potenza, del Laboratorio Scriptavolant.

 

Motivazione del Premio: La silloge lirica “Il gatto e la falena”, attraverso impressioni ora sfuggenti ora concretissime e immagini rapide, offre le chiavi per interpretare il mondo interiore dell’autrice. Il linguaggio e lo stile lasciano cogliere una ricerca pervenuta a sicuri traguardi espressivi. Il premio consiste nella stampa di cinquecento copie della silloge nella collana “Quaderni di Scriptavolant”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information