I Nuraghi nord europei PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Garuti   
Mercoledì 22 Ottobre 2014 01:12

 

I NURAGHI NORD EUROPEI   

 

Dopo aver potuto constatare, grazie alla presenza dei Men-hir, che sono esistiti contatti tra Sardegna e nord Europa, proseguiamo alla ricerca di indizi in tal senso. Una popolazione, o un territorio, che abbiano avuto contatti, e ben stretti, con la Sardegna, devono giocoforza mostrare segni inequivocabili della presenza di costruzioni per lo meno simili ai famosissimi Nuraghi, presenti a migliaia sull'isola. Non una prova, si badi bene, ma solo un ulteriore e doveroso segnale da cui proseguire. Una sorta di condizione minima ed indispensabile, sotto forma di indizio appunto, da cui proseguire per cercare i riscontri e le prove necessarie. Insomma: un contatto territorialmente più "identificato" ed identificabile di quello offerto dai Menhir.

 

 

                                                     

 

Abbiamo così fatto ricerche in ambito mediterraneo ed europeo per mappare la presenza di edifici paragonabili ai Nuraghi appunto. Corsica, Baleari, Pantelleria, qualcosa di sì assimilabile (Torri in Corsica, Talajot nelle Baleari e Sesi a Pantelleria) ma in numero poco consistente e soprattutto non così affine ai Nuraghi stessi. Una riproduzione successiva? Possibile. Ma il dato interessante è stato che costruzioni simili ai Nuraghi fossero presenti nel Mediterraneo insulare. A questo punto la ricerca si è spostata sul nord Europa, ma soprattutto sul suo versante insulare, nella considerazione che comunque parliamo di civiltà dalla forte connotazione marinara. E stavolta abbiamo trovato l'indizio: isole del nord Europa, al nord della Scozia, Orcadi e Shetland, Irlanda e su una moltitudine di piccole Isole sempre nel Nord della Britannia. Penso che le immagini parlino da sole.

 

 

                                          

 

Badate bene: non è una prova, ma solo un ulteriore indizio di ricerca. Da qui, adesso, è possibile proseguire nelle analisi approfondite. La quantità di edifici? Oltre mille, un numero impressionante, dalle caratteristiche edilizie simili ai nuraghi, tanto da far esclamare al mio accompagnatore sull'isola di Mousa, (meravigliosa e disabitata, un paesaggio incantevole) che l'affinità culturale tra Sardegna e nord della Scozia era indubitabile. In verità la sua affermazione in inglese mi vide pienamente d'accordo. Avevo un ulteriore indizio. Adesso potevo cominciare a ricercare i riscontri. Si tenga presente che il numero preciso di "Nuraghi Scozzesi" non è stato mai accertato. Ma da un attento lavoro di analisi e di definizione del territorio attraverso mappe satellitari e quant'altro, si evince una capillarità territoriale ed un numero talmente consistente da poter essere paragonato solo all'isola di Sardegna.

 

 

 

Ripeto: un indizio, stavolta forte, chiarissimo, territorialmente delineato e definito. Adesso si prosegue per trovare riscontri e prove. Siamo solo agli inizi.  

 

Fabio Garuti

 

 

(tratto da: SARDEGNA. PAGINE DI ARCHEOLOGIA NEGATA (Una grande Civiltà Mediterranea migliaia di anni prima della Storia di Roma) - Anguana Edizioni - Sossano -VI)

 

 

 

 

Disponibile su Libreria Universitaria.it

http://www.libreriauniversitaria.it/sardegna-pagine-archeologia-negata-garuti/libro/9788897621362?a=415021

 

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information