Diamond PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinzia Baldini   
Martedì 16 Settembre 2014 02:16

 

DIAMOND di RICCARDO MERENDI 

 

Mai titolo fu più azzeccato: Diamante! Ed in effetti questo romanzo è proprio una pietra preziosa. Una gemma dai caldi bagliori unici e affascinanti. Inizialmente essa è celata nella roccia della ricostruzione scenica delle descrizioni e degli ambienti lussureggianti e selvaggi di quella terra lambita dalle acque dello Zambesi al confine tra Congo e Rhodesia, dispensatrice generosa di diamanti. Poi via via, nell’intreccio battente ed intrigante della trama, nei ripetuti colpi di scena, nelle pause erotiche e nelle geniali trovate archeologiche, essa si va sgrezzando ed inizia a brillare di quella luce morbida e accattivante propria dell’originalità di un lavoro accurato e ben architettato. Per poi raggiungere con il taglio e la scelta degli interpreti che ne delineeranno, a mio avviso, la sfaccettatura definitiva, l’aspetto della pietra più preziosa in assoluto tra i romanzi di Riccardo Merendi: DIAMOND.

DIAMOND è Jeff Kipton “un metro e ottanta di muscoli”, il virile ed affascinante responsabile della Trambox Oil Company, è Meg Tracy la sua sportivissima e molto femminile assistente, antagonista e innamorata. Con loro ho vissuto una stupenda storia d’amore, di avventura e… di erotismo. Diamond è Hamilton il burbero King Kong fedele “mercenario” ed amico sincero ed affezionato, che con la sua rozzezza pratica e spontanea ha dovuto fronteggiare l’esplosivo carattere istintivo della donna e a guidare e a trarre fuori dai guai i vari protagonisti dell’avventura e tutte le altre figure più o meno luminose, come ad esempio i nativi del luogo, che calcano la scena del racconto. Un breve richiamo, anche se si preferirebbe ignorarlo, è dovuto alla descrizione introduttiva sugli aberranti esperimenti condotti nei campi di concentramento tedeschi durante la seconda guerra mondiale e descritti con raccapricciante precisione ma con un percettibilissimo senso di condanna benché non apertamente espresso per esigenze di costruzione del romanzo.

Tutto ciò, comunque, non è altro che la degna cornice, la pregiata incastonatura che rifinisce in modo sapiente questo bellissimo parto della creatività fervida e dirompente del solito Riccardo Merendi autore versatile e artisticamente dotato.

 

Cinzia Baldini

 

 

 

 

 

 

Scaricabile gratuitamente dal sito dell'autore:

http://www.riccardomerendi.altervista.org/ 

 

 

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information