Home Lo scrigno dell'arcano Archeologia eretica Tutte le piramidi del pianeta Terra. Ma quante sono?
Tutte le piramidi del pianeta Terra. Ma quante sono? PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Garuti   
Mercoledì 10 Settembre 2014 01:23

 

TUTTE LE PIRAMIDI DEL PIANETA TERRA - MA QUANTE SONO?    

 

Mi piace questa ondata travolgente di immagini che sta letteralmente invadendo Gruppi e Pagine Archeologici: reperti spesso totalmente sconosciuti, siti sparsi per il Mondo, una realtà impressionante che sta venendo fuori, e che sta coinvolgendo appassionate ed appassionati. Ne sono più che lieto: è proprio ciò che auspicavo. Un'archeologia nuova, basata sui fatti, sulle immagini e poi, ma solo poi, sui commenti e sulle discussioni, ovviamente nel merito e non sulle o contro le Persone. Nel prossimo futuro analizzeremo anche quale sia potuto essere l'utilizzo delle Piramidi della Linea Planetaria. Vi anticipo fin d'ora che a mio avviso erano, con ogni probabilità ed in base alle risultanze che abbiamo, Centrali per la Produzione e/o la raccolta di Energia (Elettrica, Atomica, eccetera...). Follia? Assolutamente no. 

Ma prima di proseguire con le analisi tecniche che ci consentiranno di valutare appieno la funzione di detti edifici,è d'obbligo rispondere ad alcuni quesiti, sempre relativi a queste magnifiche costruzioni,che spesso mi vengono posti: Quante sono effettivamente le Piramidi sparse per il Mondo? Ad oggi, e quindi dietro riscontri ed immagini, almeno 2.000 (duemila). A tale proposito, e solo come parere, tanto per offrire un possibile parametro di raffronto realistico, vi suggerisco di prendere per "buona e veritiera" una immagine, solo quando ne esistano almeno due versioni, ottenute da due angolazioni diverse. Una sola immagine spesso non è sufficiente.

A parte la Cina, ve ne sono praticamente dappertutto. Allego un piccolo elenco (senza andare per il sottile, e quindi a memoria), di quelle che ho presenti. Ho allegato anche qualche immagine: (El Castillo, Messico - Giza, Egitto - Monte Alban, Messico - Teotihuacan Piramide del Sole 1832, Messico - Ragusa, Italia - Sudan - Visoko, Bosnia - Yonaguni, Giappone) Europa: Italia, Austria, Grecia, Spagna, Ucraina, Bosnia, Albania.

 

 

 

 

Africa: Sudan, Egitto, Isole Mauritius; Oceania: Australia; Asia: Cina (oltre 1.500), Indonesia, Giappone, Cambogia, Mongolia; America: Messico, Perù, Honduras, Guatemala, Belize, Bolivia.

 

 

 

In pratica vi sono piramidi in tutti i continenti. Ovviamente non sono tutte uguali, non avevano tutte la medesima funzione,e non sono state tutte edificate né dalle medesime persone né nello stesso momento storico.

 

  

 

Le nove piramidi della Linea Planetaria (Teotihuacan - Giza - Xian) fanno storia a parte: praticamente immutate da millenni,avevano una funzione tecnologica ormai sempre più chiara. Ne riparleremo diffusamente. Basti considerare alcuni fattori quale l'Acqua, gli isolanti termici, le dimensioni colossali, la perfezione con cui sono state realizzate ed il fatto che siano tre siti unici al Mondo. Posso anticipare in questa sede (e vedremo poi il perché) che vanno fatte risalire ad almeno 12/13.000 anni fa.

Tutte le altre piramidi sono diverse da queste nove. O sono di tipo votivo, o sono tombe per davvero, o erano luoghi per osservazioni astronomiche, o semplicemente edifici eretti a memoria ed imitazione delle piramidi colossali utilizzate da una antichissima civiltà. Non si spiegherebbe altrimenti perché le nove piramidi della Linea Planetaria siano ancora oggi perfette,simili tra loro, di dimensioni omologhe come omologo è il loro progetto Planetario, mentre tutte le altre mostrano chiaramente i segni del trascorrere del tempo, anche perché edificate con materiali meno resistenti degli enormi blocchi utilizzati nei tre siti citati, (cosa peraltro comprensibile) e perché di dimensioni spesso molto ma molto inferiori. 
Ci sono poi piramidi probabilmente ancora più antiche delle nostre famose Nove, in siti quali,ad esempio, Visoko in Bosnia. Stando alle ultime risultanze parliamo di oltre 25.000 anni fa. Utilizzo? Da accertare, anche se di nuovo il fattore acqua è preponderante e lascia pensare ad utilizzi di grandi quantità di liquidi. A differenza di quelle dei tre siti, qui abbiamo un "rimodellamento" di alcune colline, con apposizione di lastroni in pietra. Una tecnica poi abbandonata a favore degli enormi blocchi utilizzati nella Linea Planetaria per i tre siti classificabili come riproposizione della Cintura di Orione in Messico, Egitto e Cina.

In definitiva,e tenendo presente che poi, all'improvviso ed in tutto il Mondo, la "riproposizione" delle Piramidi terminò,esattamente come quella dei "Cerchi Concentrici" (di cui parleremo a lungo), abbiamo tre siti particolarissimi su cui poter affrontare varie discussioni di tipo tecnologico. Negarlo non ha più senso.

Se non si inizia ad abbracciare il discorso "Planetario" non se ne viene fuori. Diventa sempre più chiaro come i siti archeologici, da soli, non abbiano più alcun senso: la visione Planetaria è il salto di qualità necessario a dare all'archeologia nuovi e concreti spunti di riflessione.

 

 

Fabio Garuti

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information