L'ombra della luna PDF Stampa E-mail
Scritto da Monia Iori   
Lunedì 07 Ottobre 2013 00:20

 

L'OMBRA DELLA LUNA di LAURA RANDAZZO 

 

“L’ombra della luna”, romanzo urban fantasy scritto da Laura Randazzo, è il primo volume della saga La stirpe delle Lowlands dedicata all’affascinante figura del licantropo. Ho finito di leggere questo libro qualche tempo fa e posso dire con certezza che è stata una lettura piacevole.  

La storia gira intorno ad una giovane ragazza cresciuta sola e dalla personalità diffidente, Alex, che lavora come buttafuori in un locale della città in cui si è momentaneamente stabilita e che si diletta nei combattimenti clandestini. Alex, infatti, è una donna forte e indipendente che ha sempre dovuto lottare per ottenere ciò che voleva e che ha dovuto superare qualsiasi difficoltà da sola, senza mai potersi affidare all’aiuto di qualcuno. Una notte, rientrando a casa, scorge un uomo ferito e completamente nudo sul marciapiede e decide di occuparsi di lui e portarlo nel suo appartamento. Lo cura, lo accudisce e cerca di capire cosa gli è successo. Al risveglio, Michael (questo è il suo nome) la rassicura sulla sua posizione e le garantisce di non essere un delinquente e che ciò che gli è successo non ha niente a che fare con la legge. Mentre l’uomo, ospite della giovane, si rimette in forze, i giorni trascorrono serenamente ed entrambi si abituano alla reciproca compagnia. Ma la realtà torna a bussare alla loro porta e i misteri che avvolgono Michael e la sua natura di licantropo saranno svelati, non senza conseguenze…  

“L’ombra della luna” è un romanzo ben scritto e che presenta una storia interessante. L’autrice è sicuramente molto brava ad analizzare gli eventi e, in questo senso, definirei analitico il suo tipo di narrazione; infatti, gli eventi e le azioni dei protagonisti sono descritti minuziosamente, fin nei minimi dettagli, e questo aiuta molto a capire le varie situazioni. D’altra parte, però, forse questo tipo di scrittura rende l’intreccio un po’ troppo carico di dettagli, trasformandosi in alcune parti in una sorta di cronaca distaccata e fredda che fa perdere il contatto con il fulcro della storia. Ecco, forse questo è l’unico difetto rilevante che ho notato in questa gradevole opera urban fantasy.  

Mi è piaciuto lo stile pulito e corretto dell’autrice, una scrittura semplice e diretta che permette di entrare nel vivo della storia senza problemi, e le descrizioni molto curate degli ambienti. Ho apprezzato, inoltre, la costruzione dei personaggi, in particolare di Alex e Michael, e l’evoluzione che i due protagonisti subiscono con lo scorrere delle pagine. Alex è una ragazza forte, una dura che sa difendersi benissimo da sola e che non si tira mai indietro di fronte al pericolo e alla difficoltà; tuttavia, nasconde un lato di sé molto fragile che le impedisce di fidarsi e lasciarsi andare completamente e la spinge a rifugiarsi nella fuga, l’unico modo che conosce per affrontare il dolore. Michael, invece, è un tipo molto più aperto alle emozioni, non è spaventato dai sentimenti che prova e li vive a viso aperto, ma anche lui cela un passato pieno di sofferenza che torna spesso a tormentarlo. Il loro legame cresce pian piano e viene affrontato con calma, senza acceleramenti bruschi o innamoramento forzato, anzi, più volte il sentimento è tenuto a freno dalle paure e dall’incertezza e questo è un aspetto che ho gradito particolarmente perché ha reso la vicenda amorosa molto più naturale e pacata.  

Il romanzo è molto intrigante nella parte iniziale perché vengono sparpagliati nella trama molti quesiti che accendono la curiosità e danno la spinta giusta per proseguire la lettura e scoprire i misteri che si nascondono nella città di Oldgrove e nella famiglia di Michael. La parte centrale, invece, è più lenta e meno coinvolgente per via delle situazioni sospese che si creano tra i vari personaggi e che tengono la storia in una sorta di bolla di sapone pronta ad esplodere al momento opportuno. Infatti, nell’ultima parte il romanzo subisce una notevole scossa e gli eventi prendono a girare vorticosamente, ci sono vari e importanti colpi di scena, e la narrazione appare più concitata e coinvolgente, il ritmo accelera e trascina il lettore in una serie di vicende che si susseguono una dietro l’altra senza quasi lasciare respiro. Soprattutto un evento che riguarda Alex renderà la storia decisamente affascinante, e sono rimasta molto colpita dalla capacità di Laura Randazzo di esplorare a fondo il cambiamento della giovane e di analizzare i suoi stati d’animo con sensibilità e acutezza.  

Infine, la figura del licantropo è descritta in un modo realistico e per nulla fantasioso. I lupi qui non hanno chissà quali superpoteri o doti quasi aliene, anzi somigliano molto all’animale da cui hanno ereditato la loro natura selvaggia, solo che essa è molto più sviluppata rispetto a quella originale. Questo aspetto ha contribuito a rendere i licantropi del libro quasi umani e mi ha permesso di comprendere meglio il loro modo di agire e la loro indole animalesca. 

“L’ombra della luna” è un bel libro urban fantasy e lo consiglio a chi ama le storie di licantropi e azione e vuole una storia d’amore matura ed equilibrata!

 

Monia Iori

 

 

 

Autrice: Laura Randazzo

ISBN: 9788897669166

Prezzo: € 4.99 (ebook) 

Editore: Emma Books

Collana: Emma Books Shadows

Genere: Urban Fantasy

Anno 2012  

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information