Se fosse per sempre PDF Stampa E-mail
Scritto da Monia Iori   
Mercoledì 06 Febbraio 2013 00:35

 

SE FOSSE PER SEMPRE di TARA HUDSON 

 

Sapete quei libri che quando vengono pubblicati non vediamo l’ora di leggere? Quei libri che ci attraggono per via della copertina meravigliosa, della trama misteriosa e intrigante, e del titolo ammaliante? Ecco: “Se fosse per sempre” è stato per me proprio ciò che ho appena descritto. Mi hanno colpita la cover, la trama ricca di elementi paranormali e il titolo, ed ero quanto mai desiderosa di divorare il romanzo. Tuttavia, la lettura non si è rivelata avvincente come speravo e sono rimasta leggermente delusa da questa storia di fantasmi che si prospettava indimenticabile. 

“Se fosse per sempre” è il romanzo d’esordio dell’autrice americana Tara Hudson, primo volume della trilogia paranormal romance “Hereafter” e il capitolo introduttivo romantico ed estremamente dolce. Amelia ha diciotto anni e non ricorda nulla della sua vita sulla terra; da quando anni prima è annegata nel fiume ed è morta, non ha fatto altro che vagare senza meta in quello che una volta era il suo mondo, senza poter avere contatti con le persone che le camminano a fianco e, soprattutto, senza poter esser vista da nessuno. Le sue giornate trascorrono tutte uguali e prive di senso, tranne nei momenti in cui cade vittima di un orribile incubo che le permette di rivivere gli ultimi istanti della sua vita, e ormai si è rassegnata ad un’esistenza di sofferta solitudine. Una sera, però, mentre se ne sta tranquilla vicino al fiume, un’auto guidata da un ragazzo finisce in acqua e senza pensarci accorre in aiuto di quello sconosciuto. Amelia crede di non poter fare nulla per salvarlo, ma miracolosamente il ragazzo riesce a vederla e a udire la sua voce e in un attimo tutto cambia. Joshua è la prima persona in grado di avere un contatto con Amelia e i due non possono fare a meno di sentirsi legati da un sentimento profondo e impossibile, continuamente minacciato dalla realtà e dagli ostacoli che si frappongono all’ unione tra una persona viva e un fantasma.

“Se fosse per sempre” è un buon romanzo, su questo non ci sono dubbi, ma, a parer mio, la trama è sviluppata superficialmente e frettolosamente e la struttura narrativa è debole. L’idea di base dell’amore tra due esseri così irraggiungibili – in questo caso, un essere vivente e un defunto- è attraente e incredibilmente romantica, ed io ne sono rimasta subito affascinata, ma ci sono troppi elementi che non mi hanno convinta. Al di là dell’aspetto sentimentale, infatti, la trama offre davvero pochi spunti e quelli presenti sono confusi; molti aspetti della storia vengono accennati, ma non approfonditi, e durante la lettura ho avuto la sensazione costante di leggere qualcosa di incompiuto. Sicuramente questo difetto si deve al fatto che questo è solamente il primo volume di una trilogia, ma non basta a giustificare l’inconsistenza della trama che, invece, avrebbe dovuto essere molto solida per sorreggere un intreccio di questo tipo. La parte riguardante l’aldilà, ad esempio, è sviluppata in modo approssimativo e sbrigativo, e ammetto di non aver capito molte cose, ma spero di trovare spiegazioni esaustive nel seguito.

I personaggi del romanzo non mi hanno coinvolta emotivamente e, sebbene la caratterizzazione sia costruita a dovere, risultano scialbi, scontati, infantili e finti. Si sente che sono inventati, non hanno  quella forza interiore che gli permette di bucare le pagine. Amelia non mi è piaciuta, l’ho trovata noiosa e piagnucolona, spesso passiva e insipida. La figura di Joshua è poco credibile: questo personaggio ha delle reazioni assolutamente fuori luogo e prive di fondamento e accetta qualsiasi evento paranormale come se fosse la normalità.

Tuttavia, la cosa che mi è piaciuta meno di tutte è la storia d’amore tra i due. Mi aspettavo un innamoramento graduale, ostacolato dall’impossibilità di un legame fisico e spazio-temporale, dove ci sarebbero state prove da superare per raggiungere la possibilità di stare insieme. Invece, l’autrice ha deciso di instaurare un legame immediato tra Amelia e Joshua e così, dopo il primo incontro, sono già innamorati persi l’una dell’altro. Non c’è crescita emotiva in questo tipo di sentimento e, in tal modo, il lettore non riesce ad amalgamarsi alle sensazioni, ai dubbi e ai pensieri dei protagonisti. Si parla di amore che va oltre la morte e avrebbe dovuto essere esplorato scavando più a fondo nell’animo dei personaggi. Sono consapevole, d’altronde, che si tratta di un romanzo d’esordio e che gli aspetti negativi potranno essere migliorati dalla Hudson nelle sue prove future.

“Se fosse per sempre” rimane un libro di buona fattura e ci sono anche molti aspetti che mi hanno conquistata. Lo stile dell’autrice è semplice e facile da seguire, la prosa è scorrevole ed è un libro che si lascia divorare senza problemi. Sebbene non fossi entusiasta della storia, la narrazione mi ha tenuta incollata alle pagine e ha fatto crescere in me la curiosità di sapere come sarebbe finito il romanzo. Mi è piaciuta particolarmente l’ambientazione ricca di fascino classico e, nello stesso tempo, gotico moderno (per via dell’inserimento di alcune parti nel cimitero). La parte della storia che ho apprezzato maggiormente è senza ombra di dubbio quella in cui Amelia e Joshua vanno alla ricerca di indizi sul passato di Amelia: la Hudson è stata particolarmente brava a disseminare segnali lungo il percorso senza anticipare nulla di importante e creando fatidici colpi di scena.

“Se fosse per sempre” di Tara Hudson è, quindi, una storia young adult paranormal romance dolce e piacevole e, se volete un romanzo che vi regali un po’ di zucchero senza essere appesantito da una trama troppo sostanziosa, è sicuramente ciò che fa per voi!!!

 

 

Monia Iori 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: Tara Hudson

ISBN: 9788842918325

Editore: Nord

Pagg. 360 - Euro 18,60

Collana: Narrativa Nord

Genere: Romanzo

Anno 2012

 

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information