C'é odore di cuore PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinzia Baldini   
Mercoledì 11 Novembre 2009 18:42

 C’È ODORE DI CUORE di Manuela Minelli

 

"C’è odore di cuore", c’è odore di buono, c’è odore di malia e di femminilità, c’è il cuore di una donna, l’autrice Manuela Minelli, che batte all’unisono ed in sintonia perfetta con quello di migliaia di altre donne… Il titolo, così suggestivo, romantico e sentimentale è già un primo, prezioso anticipo di quello che poi sarà il contenuto del libro.

Il luogo che l’autrice sceglie per ambientare il suo romanzo d’esordio è, a dir poco, molto originale, decisamente particolare ma che, alla fine risulterà indovinatissimo. Infatti, il gruppo di amiche, protagoniste del racconto, si ritrova, sorbendo tè, caffè forte e bollente, mangiando torte al limone e biscotti fatti in casa o assaporando la dolcezza della malvasia da lucidi bicchieri di cristallo, dopo il funerale, a ricordare l’amica più anziana appena scomparsa. Nonostante la "stranezza" della situazione la storia scorre fluida e accattivante. Dalla riunione non escono chiacchiere di mercato, né pettegolezzi di donnicciole represse e annoiate dalla quotidianità di tutti i giorni, ma discorsi seri e profondi, riflessioni di donne di varia cultura, esperienze ed estrazione sociale. C’è la prostituta che insieme all’insegnante universitaria o alla casalinga, si racconta, si apre alla confidenza e mostra la sua anima. Le parole, sentite, pesate e scelte con cura, toccano i tasti delle emozioni più profonde e vibrano sull’onda del sentimento universalmente riconosciuto come il più alto tra tutti: l’amore che "…è perenne come l’erba selvatica e, come l’erba, nasce e prospera a dispetto di qualsiasi diserbante l’animo umano usi per difendersi, indifferente ad ogni raziocinio, allergico al buon senso. Talvolta è bizzarro come un artista e capriccioso come un bambino, spesso si maschera e sei non sei allenata non lo riconosci. Altre volte si presenta come un’esplosione e può lasciarti delle cicatrici. Ma sempre, in ogni caso, devi rispondere al suo richiamo…".

Sono storie di vita vissuta, storie di sogni stroncati, di dolore o di realizzazione di desideri a lungo bramati. Storie personali del gruppo di amiche che si intrecciano a vicende di altre donne sconosciute ma accomunate alle prime, proprio dalla loro essenza peculiare: la femminilità. Storie recenti o storie lontane nel tempo, storie pudiche o spregiudicate ma raccontate sempre dalla Minelli con una scrittura semplice, diretta ed incisiva che si modula a seconda del sentimento che le sue eroine provano e che si trasmette al lettore quasi per osmosi.

Gli scenari così diversi, come differenti sono i contesti in cui si svolgono gli avvenimenti, i paesaggi così lontani e, a volte, opposti tra loro, fanno si che queste vicende e le conseguenti sensazioni intense e suggestive, dolorose o felici che le accompagnano, siano proprio le stesse che ogni donna, a qualsiasi latitudine, conserva nel suo intimo e che permettono di ritrovarsi se non addirittura, a identificarsi in questo o quel personaggio del racconto. Ed ecco quindi la fresca ed inattesa passione della romantica Marta per il medico/presentatore radiofonico in "Bagliori", la malinconica ed amara ironia del destino che gioca con la vita della protagonista de "La Terrazza" o la struggente dolcezza di Lucy Hung in "Occhi a mandorla".

Il pubblico a cui il libro è rivolto, nonostante l'apparente l’impronta rosa che lascia a prima vista, può essere indistintamente maschile o femminile, giovane o adulto in quanto l’amore, così sapientemente sublimato e scomposto in ogni minima sfumatura, non può non coinvolgerci tutti.

 

CINZIA BALDINI

 

 

 

 

 

Autrice: MANUELA MINELLI

ISBN: 978-88-6155-089-6

Pagg. 114     € 12,00

Giraldi Editore

Anno 2007

Genere Narrativa

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information