Home Lo scrigno dell'arcano Testimonianze misteriose del passato Individuazione e conteggio delle mille piramidi cinesi
Individuazione e conteggio delle mille piramidi cinesi PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Garuti   
Mercoledì 28 Maggio 2014 03:10

INDIVIDUAZIONE E CONTEGGIO DELLE MILLE PIRAMIDI CINESI  
 

Di piramidi in Cina, stante un clamoroso e perdurante silenzio da parte dell'archeologia ufficiale, si parla sempre di più. Occorre spiegare molto chiaramente perché il tutto venga da sempre tenuto sostanzialmente nascosto, nonostante si tratti di un sito colossale, di oltre 2.000 chilometri quadrati, nel cuore della Cina, a Xian, ex Sian-Fu, già capitale dell'immenso Impero Cinese, con oltre (ben oltre) 200 "grandi" piramidi, ossia edifici di dimensioni considerevoli. In pratica, e senza alcuna ombra di dubbio, il sito piramidale più esteso e numericamente più rilevante di tutto il nostro Pianeta. Di cui non si sapeva praticamente nulla fino a poco tempo fa. 

 

Che si tratti del sito piramidale più grande della Terra non lo dico solo io : lo evidenziano chiaramente le immagini satellitari. Ma a parte la grandiosità del sito, il vero problema è un altro, e certamente lo avrete compreso: a Xian, tra tutte le altre, ci sono tre piramidi, ben difficilmente distinguibili ormai, data la vegetazione e quant'altro, identiche a quelle di Giza per edificazione, proporzione, sistemazione sul terreno e riproposizione astrale (Cintura di Orione). Delle tre, la maggiore ha un lato base di oltre 180 metri: enorme. Oltretutto queste tre piramidi sono in linea planetaria (sia cerchio che linea retta) con il sito Egiziano e con quello di Teotihuacan in Messico. Con buona e definitiva pace dell'assioma Giza = Faraoni = Tomba. Ecco il motivo di tanto silenzio: se salta Giza salta tutta l'archeologia tradizionale. Per la verità si iniziano a percepire strane voci, (anche da parte della ortodossia archeologica più intransigente), asserire che "in effetti, probabilmente, può darsi, a dire la verità, è possibile che al tempo dei faraoni le piramidi fossero già lì". Impensabile fino ad un paio di anni fa. Ma si sa: alla fine di ogni cambiamento non si trova più nessuno che "avesse sostenuto" la tesi che è stata considerata superata. 

 

 

 

Dato che ormai un numero sempre più considerevole di appassionate e di appassionati ama ricercare "in proprio" soprattutto grazie alle eccellenti immagini satellitari ricavabili su e da Internet, e dato che questo lavoro è sempre molto interessante in quanto permette di accedere ad informazioni ed immagini di prima mano, vanno comunque  fatte alcune doverose considerazioni e precisazioni, anche al fine di poter ricercare al meglio: 

 

1) tutta la piana di Xian è colma di piramidi. A partire da 34° gradi e 20' primi, nonché da 108° gradi  e 27' primi, (nella ricerca di mappa vanno inseriti, nello spazio in alto a sinistra, i due dati necessari ad identificare il punto voluto) ed allargandosi con il cursore verso Nord, Sud, Ovest ed Est, si trova di tutto: piramidi in quantità tali da pensare che la piana di Giza stia a Xian come una collinetta possa stare al Monte Bianco, in una sorta di "equazione piramidale". Va anche chiarito che le due numerazioni offerte si riferiscono a latitudine e longitudine. Va ricordato che, divisa la Terra in tanti cerchi paralleli, una misura indica la distanza del sito da noi cercato dall'Equatore Terrestre, l'altra indica la distanza dal Meridiano di Greenwich.

 

2) Ma non è tutto: nel conteggio da me effettuato (ed ancora provvisorio!!!), di oltre 200 edifici su una estensione di oltre 2.000 chilometri quadrati, ho calcolato solo piramidi di dimensioni considerevoli. Se avessi voluto enumerare anche le piramidi simili a quelle (tanto per fare un esempio) di Guimar, nelle Isole Canarie, (alte massimo una quindicina di metri), penso che il conteggio della piana di Xian avrebbe superato tranquillamente il numero di 1.000 edifici, e non sto scherzando. Ove le piramidi edificate nelle Isole Canarie vengano considerate tali, cosa che accade da sempre, diventa a tal punto  corretto enumerare anche le "consorelle"  di pari dimensioni ubicate sul territorio Cinese, arrivando così ad un numero assolutamente strabiliante. 

 

Come avrete certamente compreso, accade spesso, parlando di edifici e di reperti, che in alcuni siti vengano elevati al rango dell'eccezionalità edifici, o reperti, che risultano invece normalissimi, o addirittura secondari, in altri siti, dove invece è possibile, se non agevole, trovare qualcosa di molto ma molto più significativo. Ebbene, è un sistema fuorviante. Anche per l'archeologia pesi e misure devono essere sempre uguali. In ogni caso.

 

Volete un riscontro? Subito! Dall'immagine allegata (foto scattata da un aereo Statunitense nel 1947), si nota un'area di circa quattro chilometri quadrati. Ebbene, si contano tra le 20 e le 40 piramidi, di ogni dimensione. Ora, se considerate un'area di 40 per 50 chilometri, (2.000 chilometri quadrati), penso vi risulti agevole fare le debite proporzioni.

 

Fabio Garuti

 

 

 

 

  

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information