De Vita Beata PDF Stampa E-mail
Scritto da Pia Barletta   
Sabato 10 Maggio 2014 01:03

DE VITA BEATA di TEODORO LORENZO 
 

Massimiliano Cosetti, fin dalla nascita, è destinato a portare un enorme fardello: compiere grandi imprese per elevare l’onore di una famiglia come tante, e per questo gli è stato imposto un nome altisonante.

Massimiliano, però, nasce e cresce come un normale bambino, forse anche peggio. Di certo non è precoce. Non è alto, non è bello, non è spigliato, non è refrattario a tutte le malattie esantematiche. Semplicemente, non è niente di eccezionale, anzi, non si fa mancare nemmeno qualche turba psichica.

Eppure i genitori non perdono le speranze riposte nel rampollo, i risultati non tarderanno… il ragazzo va assecondato nelle sue inclinazioni… non si può mai sapere, magari non sarà un grande conquistatore, ma un grande artista sì. Infatti, il giovane Massimiliano a un certo punto sembra aver trovato finalmente la sua vocazione: la scrittura. Nel frattempo che l’afflato si faccia vivo, il nome si trasforma in un più plebeo Nino.

Comincia per il nostro (suo malgrado) eroe la spasmodica ricerca di un’idea per la trama e i personaggi, assecondato, forse è più giusto dire spinto, dai familiari, e dopo averle tentate quasi tutte decide che una biblioteca potrebbe fornirgli quel guizzo necessario per sciogliere l’odioso blocco dello scrittore. Riuscirà?  Il lettore lo saprà andando avanti nella lettura. Posso anticipare che troverà la donna della sua vita, la sua Genuflessa, un incontro che è uno scontro. Anche per Genuflessa il destino sembrava scritto, da lì il suo nome, che è tutto un programma.

Il titolo scelto dall’autore, De vita beata, richiama subito alla mente il più famoso testo di Seneca, impostato sulla ricerca della felicità attraverso la virtù, e in effetti vi si ispira perché anche Massimiliano è alla ricerca della sua felicità, sebbene più materiale.

Ma virtù e felicità sembrano farsi beffe del ridimensionato Nino. E allora, se i fasti della gloria non vogliono saperne di lasciarsi raggiungere, al pari della sua Musa, forse la felicità bisogna cercarla più vicino a noi, addirittura dentro di noi.  

Teodoro Lorenzo ha dato vita a un testo divertente ma che contiene anche un messaggio profondo di cui dovremmo fare tesoro. Lo fa con una prosa pulita e permeata di sottile ironia in cui raramente capita d’imbattersi, tanto da riportarmi alla mente il mitico Jerome K. Jerome e la sua causticità tipicamente anglosassone. Un libricino che si legge in un pomeriggio e risolleva l’umore, questo significa che Massimiliano un’impresa l’ha compiuta, e non è poco, se ci si ritrova a ridere da soli. Non ha target, è tanto garbato da consigliarlo a chiunque, grandi e ragazzi. 

 

Pia Barletta

 
  
 
 
 
 
 
 
 
 

Autore: Teodoro Lorenzo

ISBN 9788860925770 

Pagg. 88 - Euro 12,00

Editore: Edizioni Progetto Cultura

Collana: Le scommesse

Genere: Narrativa contemporanea 

Anno 2013 

 

Disponibile su Libreria Universitaria.it 

http://www.libreriauniversitaria.it/de-vita-beata-lorenzo-teodoro/libro/9788860925770?a=415021 

  

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information