Ad Lucem PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Novellino   
Venerdì 26 Luglio 2013 00:56

AD LUCEM di ALESSANDRO CORTESE 
 
 
Questo lungo romanzo è la continuazione di “Eden”. Racconta di Lucifero che, cacciato dal Paradiso, fa di tutto per rimettersi in gioco. Quello che ne deriva è un ampio affresco, al quale (è proprio il caso di dirlo) hanno messo mano e Cielo e Terra.
La vicenda ha una sua linearità, ma risulta densa di fatti e di personaggi, al punto da presentarsi come un ammirevole artificio, padroneggiato con maestria dall’abile autore.
L’Angelo della luce è stato relegato nell’Abisso. Ha accettato tutte le conseguenze della sua ribellione ma non si rassegna. Per mille anni si lecca le ferite e alla fine decide di dare nuovamente la scalata a Eden, di sfidare ancora una volta il sommo Signore che domina incontrastato e che tiranneggia i suoi angeli. Lucifero percorre le vie dell’Abisso, incontra gli antichissimi abitanti (minotauri, arpie, centauri e quant’altro), organizza l’Adunanza e si prepara alla guerra.
Il suo è un viaggio di formazione, durante il quale prende coscienza del disegno di Yahweh e ricostruisce i fatti antecedenti che rimandano agli oscuri e remoti tempi della creazione. Rivede la lotta della Luce contro il Caos, la formazione dell’universo, la nascita di Eden e, naturalmente, la costruzione del luogo tenebroso in cui egli stesso è stato relegato.
Intanto si sviluppa la storia dei discendenti di Eva. Cacciata da Eden, genera Caino e Abele. Quest’ultimo viene ucciso per gelosia dal fratello, il quale mette al mondo figli. Da essi deriva la stirpe di Sodoma e di Gomorra e quella che poi si trova coinvolta nella vicenda di Babele. Yahweh scatena la sua ira sulla cattiveria umana e decide di salvare solo Noè e la sua famiglia. Ma intanto viene risvegliato il signore del caos, l’ineffabile Ba She, mentre l’affascinante e tenebrosa Lilith tesse le sue trame. È così che Lucifero, presa coscienza della propria forza, decide di sfidare il Signore, muove battaglia al fratello (il grande Inquisitore) Arcangelo Michele e trova il modo di farsi sputare dall’abisso, verso l’alto. Come andrà a finire? Il lettore legga con pazienza la lunga narrazione. Dico solo che la conseguenza di tali avvenimenti sarà sostanzialmente la storia dell’umanità.
Dalle tenebre alla luce, in una sfida di proporzioni cosmiche.
L’autore padroneggia una materia (quella dei miti antichissimi e della Bibbia) con competenza, evidente frutto di letture e studi personali. Raccoglie i suoi dati per il gusto di raccontare, per il piacere di disegnare una trama fantasy decisamente originale. Intorno al personaggio di Lucifero, le cui vicende il lettore segue con viva partecipazione, si muovono figure bibliche e personaggi derivati soprattutto dai miti greci. Il tutto in un insieme a volte un po’ stridente ma non privo di suggestione. 
Il desiderio di costruire un’epica sulle antiche origini dell’umanità, secondo me, prevale sull’intento (forse giustamente messo in secondo piano dallo stesso autore) di speculare sui grandi misteri del bene e del male, come sull’insondabile evento della creazione. Si tratta di un gioco abilmente condotto, sapiente, per commentare un materiale antico, con l’idea, semmai, di ribaltare alcuni luoghi comuni, di contrastare certi schematismi dottrinari a favore di una rivalutazione dell’umano, della carne e della libertà. Significativo il fatto che il Signore del Cielo e della Terra viene descritto come un tiranno illuminato, che desidera il bene delle sue creature, ma che le tiene saldamente in pugno come fossero marionette. Il tutto, a mio parere, è presentato con un certo spirito ludico, approdando sostanzialmente al risultato di un racconto fantasy di nuovo conio.
L’interesse del romanzo sta tutto qui. Ma non è poco. L’opera riesce ad avvincere il lettore, portandolo a riaccostarsi alle fonti (soprattutto il libro della Genesi), per meglio rendersi conto del colto lavorìo che ha impegnato lo scrittore, ma anche per riconsiderare quell’antica narrazione sulle nostre origini.
 
 
Giuseppe Novellino 
 
 
 
 
 
 
 
Autore: Alessandro Cortese
ISBN: 8874261721
Pagg. 402 - € 15.00 
Editore: ARPANet
Collana: Autori Italiani
Genere: Romanzo Fantasy
Anno 2012
 
 
Disponibile su Libreria Universitaria.it 
 
 

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information