L'uomo senza tempo PDF Stampa E-mail
Sabato 04 Aprile 2009 22:08

L’UOMO SENZA TEMPO di ANTONIO CINTI

.

Chi è l’uomo senza tempo?
È l’eroe del nostro immaginario. L’impavido cavaliere, senza macchia e senza paura, che difende i deboli dalle angherie dei perfidi.
A differenza degli eroi narrati in letteratura fin dai poemi epici, che scelgono scientemente di assurgersi al ruolo di difensori degli oppressi, l’uomo senza tempo raccontato da Antonio Cinti, diventa eroe per dare un senso alla sua vita, minata da una malattia tanto grave quanto cagionante poteri sovrannaturali, che gli consentono di vincere sempre contro il Male, almeno fino a quando, come gli fu predetto, la malattia stessa non lo annichilirà, nell’ultima devastante crisi.
Una fredda “macchina” del Bene, quindi? Un “Robocop”  oppure la versione filo-umana di Terminator? Un personaggio da video-game?
Niente affatto. Si tratta invece di un ragazzo capace di avere sentimenti, di mostrare tenerezza per i bambini o per gli animali e, anche se non si illudeva affatto che potesse accadere proprio a lui, di riuscire a provare amore verso una ragazza, che arriverà a lenire la sua sofferenza, in un lento cammino verso la normalità.
La lotta contro il Male, però, implica sacrifici e a lui tocca sacrificare quanto di più caro era riuscito a trovare.
Perdendo la ragazza amata, aveva senso continuare a vivere? No, non lo aveva, ma non spettava a lui decidere di farla finita.
All’uomo senza tempo, restava solo la ricerca della soluzione della sua malattia, attraverso la redenzione e l’altruismo.

Il romanzo di Antonio Cinti ci mostra un aspetto insolito della figura dell’eroe. Pur dotato di poteri e capacità trascendenti, l’ingenuità, la fragilità interiore, rende il personaggio molto terreno, estremamente umano.
La lettura deve essere attenta per i salti temporali e le dinamiche dei dialoghi, ma l’allegoria che emerge dal racconto è capace di riscattare la voglia di rivalsa verso il Male che è insita in ognuno di noi.
Alla fine del racconto, l’autore invita il lettore a provare a dare un proprio finale, indicando il suo solo come una proposta.
Uno sprone quindi alla ricerca di una visione del mondo, attraverso le ali della fantasia, che spesso sono le stesse della libertà.

. 

MICHELE ZEFFERINO

.

L'uomo senza tempo
Autore: ANTONIO CINTI
ISBN: 978-88-6247-013-1
Pag.: 137
Prezzo: € 10,00
Edito da: LINEE INFINITE EDIZIONI di Lodi
Prima edizione: 2008
Genere: romanzo fantasy

 

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information