Non Nobis Domine PDF Stampa E-mail
Scritto da Sandro Capodiferro   
Domenica 22 Gennaio 2012 00:01

NON NOBIS DOMINE - I CUSTODI DELLA VERITA' di CINZIA BALDINI E SIMONE DRAGHETTI 

 

Recensendo un libro ho quasi sempre la sensazione di entrare in un giardino sconosciuto, in una strada della quale conoscevo l'esistenza ma non avevo mai avuto l'occasione di percorrere, in casa d'altri senza un invito ufficiale. Di solito mi sorprendo ad aggirarmi furtivo tra le righe del testo quasi a volerne cogliere l'intimo segreto, la spinta dell'autore dietro quel punto esclamativo o la fugace mestizia di un ricordo penetrante, incluso tra le parentesi di un timido sorriso.

Ma questa volta l'esperienza e' andata ben oltre l'aspettativa. Accade ... in particolare parlando dell'ultima fatica di Cinzia Baldini e Simone Draghetti  "Non Nobis Domine" e di come e' stato entusiasmante il mio viaggio tra le frasi e i pensieri di questi due ottimi autori e del loro nuovo romanzo. Dapprincipio avevo pensato all'idea di un libro scritto a quattro mani come ad una difficoltà aggiuntiva, un ulteriore vallo da passare tra il disaccordo per un periodare troppo lungo o la sovrapposizione di un intento a quello dell'altro compagno d'avventura. Ebbene nulla di tutto questo. In questo libro la narrazione scorre come un unico fiume di emozioni, come un discorso nel quale Cinzia e Simone lasciano andare i personaggi quasi fossero loro stessi ad interpretarne i dialoghi, in un set virtuale fatto di storia, avventura, emozioni e immancabile passione. Debbo confessare che la tematica trattata (sulla quale manterrò in questa mia assoluto riserbo per non togliere nulla all’indubbio piacere della lettura) non e' delle più semplici, e i passi che coraggiosamente attentano alle basi dogmatiche di una cupola e un rosario, sfidano le più alte vette del sensazionalismo giornalistico minando anche il sentire comune più stratificato.

Basti pensare che la narrazione si alterna tra presente e passato senza lasciar nulla all'improvvisazione e con una tale dovizia di particolari da regalare al lettore una guida sicura attraverso i meandri dei periodi descritti e delle location sapientemente scelte, dai toni grigio scuri di una nebbiosa Londra alle vestigia storiche di una Roma maliziosa. Un libro antico dai misteriosi contenuti, il ricordo di riti ancestrali, un cadavere lungo il fiume della città eterna, un'inspiegabile somiglianza, una donna affascinante e incautamente curiosa, un commissario arguto e una storia che attraversa i secoli dall'ordine dei cavalieri templari ai giorni nostri, nella ricomposizione quasi cinematografica di fotogrammi puntualmente allineati sull'onnipresente ritmo narrativo: la suspance.

Personaggi descritti in ogni minimo tratto sia fisico che caratteriale popolano l’intero romanzo arricchendo di indicazioni percettive ogni atteggiamento mostrato o frase pronunciata in un gioco subliminale dal quale il lettore non può che essere rapito e assorbito in un piacevole labirinto di ipotesi e possibilistici scenari degni dei più grandi autori del genere.Mentre da un lato come dicevo le pagine scorrono in un'unica soluzione di lettura dall'altro, anche se non cosi' facilmente, si possono riconoscere le tinte a volte scure e profonde dei temi cari a Simone Draghetti come anche la cifra stilistica tanto impeccabile quanto colma di sensazioni mirabilmente descritte di Cinzia Baldini. Chi può dire quanto dell'uomo Simone sia entrato nelle descrizioni evocative di quelle ambientazioni dal sapore antico e quanto della donna Cinzia abbia permeato la storia di quelle tinte "fantarchelogiche" che aleggiano nell'aria misteriosa di alcune intense pagine?

Non vorrei raccontare la storia del romanzo perché questo lo hanno già fatto gli autori ma vorrei invece sottolineare la valenza intrinseca e connaturata di un racconto nel quale non ci si stanca mai di stupirsi, durante il quale e' certa l'attinenza storica e l'intrigante prospettiva letteraria, per il quale si fa tardi la sera... appesi come si e' alla voglia indotta dagli autori di saperne di più e di lasciarsi da loro trasportare in un mondo che e' il nostro, dalle profonde radici culturali degli anni oscuri alle rivelazioni illuminanti di un noir storico tutto da vivere... alla luce tenue e vibrante di una piccola candela… 

 

 Sandro Capodiferro

 

 

 

 

Disponibile su Libreria Universitaria.it

http://www.libreriauniversitaria.it/non-nobis-domine-baldini-cinzia/libro/9788862470766?a=415021

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information