'A jatta PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvo Zappulla   
Lunedì 03 Maggio 2010 00:00

 

                      

 

'A JATTA di CINZIA PIERANGELINI

 

 

Cinzia Pierangelini, alla sua seconda prova narrativa ('A jatta, edizioni GBM, pagg.157, € 13,50 ) è riuscita a confezionare una storia convincente. Una storia d'amore molto particolare tra due esseri umani, Andrea e Alfredo. Amore omosessuale? Amore eterosessuale? Che importa. Semplicemente due esseri di questa terra che provano attrazione l'uno per l'altro/a, legati dalla capacità di stupirsi, di emozionarsi di fronte all'agonia del loro vecchio cane, che si tengono per mano a osservare un tramonto, la nascita di un fiore.. Un candore che pervade tutto il romanzo. Amori cercati, perduti, dimenticati, ritrovati. Giorgio, violoncellista di fama internazionale, irrompe come un temporale d'agosto a spezzare l'idillio e la storia assume una struttura corale, oscillante tra la commedia e il dramma, tra una riflessione malinconica e uno slancio vitale. Sullo sfondo una Sicilia assolata, ancorata alle tradizioni, ai perbenismi, al moralismo di facciata che non ammette trasgressioni alle regole. Cinzia assembla tutto con una raffinatezza stilistica che punta dritto al cuore, caratterizzata da una forte tensione etica, scava dentro l'animo dei suoi personaggi, porta alla luce tesori di profonda umanità. Quanta sofferenza si cela dentro un essere umano costretto a ritrovarsi in un corpo in cui non si riconosce? Le operazioni chirurgiche per mutare il proprio stato fisico, i pregiudizi malevoli, le battute irriverenti, gli sguardi di compatimento . E la gelosia di Alfredo. Il tormento di vedere svanire il proprio sogno, portato via da un uomo più giovane e aitante, tronfio e superficiale che non possiede un briciolo della sua sensibilità e tuttavia riesce a fare breccia nel cuore di Andrea.

La Pierangelini affronta i temi della solitudine, della vecchiaia, della diversità, dell'incomunicabilità, temi universali che coinvolgono gran parte degli esseri umani rendendo questo libro attuale. La gatta è sempre lì sorniona che si gode la scena. E' una gatta femmina o maschio? Anche qui, cosa importa? C'è ed ha la sua influenza nell'economia della storia.

 

SALVO ZAPPULLA

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information