Home Letteratura e Arte Teatro Per un grande amico
Per un grande amico PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandro Martini   
Venerdì 26 Giugno 2009 20:36

. 

Lo scorso 13 giugno è venuto a mancare Massimo Umberto Marini, autore di teatro. Nel manifestare tutto il nostro cordoglio, lo vogliamo ricordare attraverso le parole di Alessandro Martini.

La Redazione di Art-Litteram

 

PER UN GRANDE AMICO 

 

Ho conosciuto Massimo Umberto Marini, Massimo per gli amici, nel lontano 1975. Eravamo ragazzi, io appena diciottenne, lui dieci anni più grande: la frequentazione, da quell’anno fino circa al 1985, fu intensissima. Ricordo ancora con nitidezza colloqui, gite, vacanze insieme, io e un vasto gruppo di amici che si era riunito intorno a Massimo. Furono anni di grande intensità, anni anche molto particolari per l’Italia; noi però eravamo un gruppo unito da un’ideale un po’ diverso da quelli più in voga in quell’epoca. Il nostro obiettivo era la ricerca spirituale, non eravamo affascinati dalla politica, ma ci univa l’interesse in comune per il pensiero di Rudolf Steiner e insieme frequentavamo un importante discepolo dello Steiner che era Massimo Scaligero. La casa di Massimo divenne così un “cenacolo” di studio, colloqui appassionati, confidenze su come ognuno viveva il suo personale rapporto con gli insegnamenti dello Steiner e con la figura del Cristo, che Steiner pone al centro del suo magistero. Mai in questo periodo Massimo si tirò indietro per un incontro, un consiglio o anche semplicemente un piatto di pasta, mostrando sempre una grande disponibilità verso gli amici, con sacrificio anche di larga parte del tempo libero. Per me però, dopo circa dieci anni, qualcosa si ruppe: passato da ragazzo a uomo sentii forse questo rapporto troppo ingombrante, forse Massimo fu un po’ intransigente, fatto sta che i nostri rapporti si diradarono fino quasi all’interruzione, dopo anche qualche scontro un po’ vivace. Per tanti anni i nostri incontri furono sporadici e un tentativo di chiarimento, sui fatti che avevano portato all’allontanamento, inutile. Rimaneva un dolore sordo; un angolo del cuore in cui io e anche Massimo ci domandavamo il motivo di questa separazione. Perché se un ideale ti accomuna non ti senti più vicino all’amico con cui hai condiviso una parte di vita così lunga e significativa? Certo, si cresce, si cambia, i fatti ti incidono dentro quasi un’altra personalità, ma, anche se molto lontana, una eco di quell’antica rottura risuonava sempre. Poi piano piano le cose cambiarono: Massimo venne provato da una malattia,molto dura, e mi accorsi come la sua scorza, talvolta un po’ difficile da scalfire, si addolcisse, cogliendo un cambiamento nei miei confronti. L’antico affetto risorgeva, o meglio non era mai venuto meno, ma doveva ritrovare la sua strada. In questi ultimi anni Massimo aveva impiegato la maggior parte delle sue forze verso l’arte, la letteratura, la musica, e scritto le due opere teatrali che ho recentemente recensito su questo sito. In questa occasione, circa due mesi orsono, mi scrisse una e-mail per ringraziarmi dell’articolo: ebbene in quella occasione io capii che il cerchio era definitivamente chiuso. A distanza di più di trent’anni dalla nostra conoscenza, l’amicizia era tornata quella di prima. Qualunque ombra si era dissolta, non servivano più chiarimenti perché la potenza dell’amicizia si imponeva oltre ogni visione “particolare” dei fatti. Speravo fosse un nuovo inizio, ma il destino ha deciso diversamente e portato via il nostro Massimo. L’essenziale ha però fatto in tempo a compiersi e l’amicizia ritrovata sarà il primo passo per il cammino che certamente percorreremo ancora insieme.

A presto Massimo, siamo solo all’inizio.

Ex Deo nascimur

In Christo morimur

Per Spiritum Sanctum reviviscimus

.

Alessandro Martini

Commenti

avatar marco mazzeo
+1
 
 
Una bella analisi di rapporti, interrotti e ripresi, che è universalmente valida per chiunque.
Nome *
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
Mostra/Nascondi modulo commento.
 

Ricerca nel sito

Syndication

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information